PUN02​/​/​/ Bymyside - Affogare, Risalire, Ricadere

by Bymyside

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

  • Bymyside - "Affogare,Risalire,Ricadere"
    Record/Vinyl + Digital Album

    Black Vinyl

    Includes unlimited streaming of PUN02/// Bymyside - Affogare, Risalire, Ricadere via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Sold Out

1.
2.
3.
4.
5.
02:03
6.
7.
8.

credits

released May 6, 2016

Bymyside - Affogare, risalire, ricadere 2016
Recorded and mixed by Franco Naddei at Cosabeat Studio (Villafranca di Forlì, Italy) between October and November 2015.
Mastered by Will Killingsworth at Dead Air Studios (Amherst, Massachusetts) in December 2015.
Songs written by Bymyside.
Artwork by Valik Lapshin (Samegrey Records, Yotsuya Kaidan).

BYMYSIDE are: Filippo Cinotti, Francesco Antonelli, Michele Ambroni, Nicolò Borgognoni.

tags

license

Track Name: E ancora... quanto vorrei odiarti
Aurora, brucia nel sonno le notti che non hai mai visto,
e mi ancoro al mostro che guarda ridendo.
Ricordo, di mille montagne, di sassi, di ossa e di sorrisi,
notti bruciate tra chilometri e volti di buio.

Troppi fatti fatti di pensieri,
corre il vento il tempo e mi pento.
Ogni scelta è la fretta del momento
E lo sento in tutto ciò che ho scelto.

Sono stato sempre abbagliato ed ora ho gli occhi bruciati.
Riguardo ricordi sbagliati, sono sempre più sbiaditi.
Solcavamo gli stessi sentieri, ed erano quelli più sbagliati.
Track Name: Convinzioni che crollano
Le mie convinzioni crollano ancora.
Sembrava ieri, vivevo a pieno.
Sembra inverno ma fuori è caldo.
Cerco risposte, ma quel che cerco è perduto.

Tradito da me stesso.
Confuso, stordito.
Incapace di reagire.
Sono succube delle mie scelte.

Che cosa resterà se non questa inquietudine?

È come inverno ma è sempre più caldo.
Cerco risposte, ma quel che cerco l’ho perso.
Track Name: Non siamo più ciò che eravamo
Il silenzio nelle parole.
I tuoi volti divorati dal tempo.
Lamenti, grida e rimpianti.
False piste, nude illusioni.

Fiori appassiti di baleni svaniti.
Una foto ricordo d’istanti distanti.

Non siamo più ciò che eravamo,
ciò che eravamo.
Track Name: Forme geometriche nel bulo che ci circonda
Assorti nel grande buio della grande città raccolta.
Cavalchiamo le grandi onde del buio che ci circonda.
Noi figli di un altro tempo aspettando l’avvenire
Ci opponiamo alle avversità, senza riuscire.

Lasciarsi sconfiggere,
arrendersi, reprimersi.

Stringersi sempre più al nulla.
Affogare, risalire, ricadere.
Perdersi nel sonno più profondo.
Track Name: Aurora
Intermezzo
Track Name: Tutto resta uguale
Si riparte da capo, di nuovo da qui.
Gli anni sono passati, tutto scorre veloce.
E mentre tutto gira tu sei tale quale,
stesse rughe, stesso volto, stesse necessità.
La frustrazione è enorme, non ti lascia mai.
Sei schiavo dell’avvenire e dell’accadere.

Affogo i miei sbagli ed afferro la rabbia.
Labile è il tempo, non come me.
E così tutto resta uguale.

E mentre tutto gira tu sei tale quale,
stesse rughe, stesso volto, stesse necessità.
La frustrazione è enorme, non ti lascia mai.
Sei schiavo dell’avvenire e dell’accadere.
Track Name: Utopia di ogni giorno
Non ci sono più quei tempi
In cui andavamo al mare.
Te li ricordi quei tempi?
No, non c’è più neanche la parvenza.

È incredibile come il passato
Sia ciò di cui tu abbia bisogno
Per riuscire ad aggiustare il presente.
Ma quando lo riprovi nulla è al suo posto.
Hai provato a riviverlo ancora oggi
Ma non c’è neanche più il ricordo.

Raccontami come abbiamo fatto
A diventare perfetti sconosciuti.
Anche se passiamo insieme il tempo
Siamo distanti anni luce.
Track Name: Come dovrei oppormi?
Arriveranno giorni migliori
Per superare questa idea di fallimento
Che subisco e mi condanna senza remore.
E ci casco e più mi adagio anche se io lo nascondo.
Come dovrei oppormi?